WRITING

for curious minds

L’autore, George S. Clason, attraverso alcuni personaggi come il ricco Arkad, il prestasoldi Mathon, il mercante di cammelli Dabasir e Sharru Nada, il principe dei mercanti di Babilonia, riporta il lettore nell’antica Babilonia svelando i “segreti” della sua ricchezza.

L’insegnamento di base è sempre il medesimo: fare un buon uso del proprio denaro è molto più semplice di quanto si possa pensare, e lo si apprende attraverso le varie storie presenti nel libro. Troviamo, infatti, l’uomo ricco che dispensa consigli sulla ricchezza, l’uomo povero che mettendoli in pratica raggiunge obiettivi che mai avrebbe pensato di poter raggiungere, insegnamenti di carattere più generale, come ad esempio il fatto che riuscire a risparmiare non sia un privilegio riservato solo a chi i soldi già li ha, ma soprattutto un’ottima opportunità per chi, pensando di non avere niente, scopre di avere sempre qualcosa da poter risparmiare.

Questo libro mi è piaciuto molto perché si legge facilmente, è un testo scorrevole che, pur offrendo consigli pratici, riesce a porsi come un racconto a tutti gli effetti. Le indicazioni, infatti, vengono date sotto forma di storielle dalle quali è possibile trarre il relativo insegnamento. 

Molto spesso si ripete nei concetti e io ritengo sia una scelta ben precisa dell’autore: l’intento, dal mio punto di vista, è quello di mettere il lettore nella condizione di poter ricordare più facilmente i concetti più importanti proprio attraverso la ripetizione. 

A volte si può avere l’impressione che alcuni insegnamenti siano banali, ma proprio perché raramente ci soffermiamo a ragionare sulle cose che riteniamo scontate e tendiamo a sottovalutarle, questo libro può essere un’ottima occasione per un cambio di prospettiva. 

Il messaggio che mi è piaciuto di più? Quello per cui se sei abituato a vivere con 10 euro puoi benissimo vivere con 9, perché non noterai differenze nella vita di tutti i giorni, ma, nel lungo termine, ti accorgerai di quanto ogni euro risparmiato, un giorno, formerà una fonte più cospicua di risparmio.

Penso che questo libro non sia riservato solo a una certa categoria di persone ma, al contrario, che sia adatto a tutti: dai ragazzi giovani che vogliono avere un primo e semplice approccio a queste tematiche che spesso sono trattate in maniera molto più tecnica, agli adulti che sono aperti a riflessioni e valutazioni sull’amministrazione delle proprie finanze. Insomma, a chiunque stia cercando un bel libro di crescita personale che, è logico, di per sé non renderà magicamente ricche le persone che lo leggono, ma arricchirà il proprio modo di pensare suggerendo la giusta mentalità in tema di denaro, spese e risparmi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: