WRITING

for curious minds

“Non ho detto niente!”, ma allora… ho detto tutto? Come funziona la doppia negazione in italiano? Rende affermativa la frase in cui è inserita? Non è una domanda scontata, perché possiamo legittimamente chiederci come mai una frase che nel suo senso letterale e grammaticale significa una cosa (se non ho detto niente —> allora ho …

Continua a leggere

Siamo abituati a formare il superlativo assoluto degli aggettivi con il suffisso -issimo, come nel caso di buono che diventa buonissimo e di bello che diventa bellissimo (e così via). Alcuni aggettivi, però, seguono una regola diversa: il loro superlativo, infatti, si forma con il suffisso -errimo.  Non sono né tantissimi né difficili da ricordare, …

Continua a leggere

Ah, queste parole che ci confondono… Sono davvero tremende e spesso e volentieri mettono in difficoltà non solo i più piccoli, ma anche i più grandi. Uno dei soliti motivi per cui, in linea generale, commettiamo errori di ortografia quando scriviamo è dovuto al fatto che i suoni di alcuni lettere sono identici, quindi sappiamo …

Continua a leggere

Chi ha mai sentito parlare della “d eufonica”? Magari il nome in sé dice poco o niente, eppure viene usata da ognuno di noi molto più spesso di quanto pensiamo e, il più delle volte, impropriamente o eccessivamente. Come sempre, procediamo per ordine. Che cos’è?  La d eufonica è quella “d” che viene aggiunta alla …

Continua a leggere

Oggi parliamo di quegli effetti grafici che, modificando le qualità base dei caratteri, ci consentono di enfatizzare in vario modo le parole presenti nel testo, mettendo in risalto alcune parti di ciò che scriviamo. Sono strumenti tanto utili quanto pericolosi, perché se usati senza moderazione rischiano di creare confusione nel nostro testo. Andiamo per ordine! …

Continua a leggere

La scorsa settimana abbiamo parlato dell’elisione, oggi ci occupiamo del troncamento.  Quando la vocale finale non accentata o l’intera sillaba finale di una parola cadono si ha un troncamento. Questo fenomeno può verificarsi sia quando la parola successiva inizia con una vocale sia quando inizia con una consonante.  Il troncamento è obbligatorio: Con uno, alcuno, …

Continua a leggere

Perché alcune parole vanno scritte con l’apostrofo e altre senza? Perché in alcuni casi siamo di fronte a un’elisione e in altri a un troncamento. In questo articolo ci occupiamo di analizzare bene il fenomeno dell’elisione. Diamo subito una definizione: l’ultima vocale di una parola quando non è accentata cade di fronte alla vocale iniziale …

Continua a leggere

Oggi ci dedichiamo ad altri due segni di punteggiatura: il punto e virgola e i due punti. A cosa servono? Quando e come si usano? Basta tenere a mente queste semplici regole e il gioco è fatto! Punto e virgola Abbiamo visto nell’articolo precedente che il punto serve per indicare una pausa lunga all’interno del …

Continua a leggere